DAL LIBRO AMERICANO "DISORDER IN THE COURT".
Sono frasi che sono realmente state dette davanti al giudice, parola per parola, e raccolte dai reporter.

LEGENDA
A= avvocato
T= testimone

INTERROGATORIO

A: Quando compie gli anni?
T: Il 15 luglio.
A: Di quale anno?
T: Tutti gli anni.(Eh, quando uno ha ragione ha ragione…)

A: Questa amnesia… concerne tutta la sua memoria?
T: Si.
A: E come influenza la sua memoria?
T: Mi dimentico.
A: Si dimentica. E può farci un esempio di qualcosa che ha dimenticato? (deficiente…)

A: Quanti anni ha suo figlio? Quello che vive con lei.
T: 38 o 35, mi confondo sempre…
A: E da quanti anni abita con lei?
T: 45 anni.(?)

A: Cosa fu la prima cosa che le disse suo marito appena svegliato?
T: Mi disse: "Che ore sono Cathy?".
A: E perché lei si arrabbiò?
T: Io mi chiamo Susan.

A: Il bambino allora fu concepito l`8 agosto?
T: Si
A: E cosa stava facendo in quel momento? (L`avvocato crede ancora alla cicogna…)

A: Aveva tre bambini, vero?!
T: Si
A: Quanti maschi?
T: Nessuno
A: E c`erano delle femmine? (no comment)

A: Come finì il suo primo matrimonio?
T: Con un decesso.
A: E finito con il decesso di chi? (ma è scemo o fa solo finta?)

A: Può definirmi la persona che ha visto?
T: Era di statura media e aveva la barba
A: Era un uomo o una donna? (eh si, esistono anche quelle…)
A: Tutte le tue risposte devono essere orali, ok? Quale scuola hai frequentato?
T: orali.

Interrogatorio al dottore

A: Dottore, quante autopsie ha fatto su persone decedute?
T: Tutte le autopsie che ho fatto erano su persone morte. (per fortuna!)
A: Si ricorda a che ora ha cominciato l`autopsia?
T: Verso le 8:30 del mattino.
A: E il signor Dennington era già morto in quel momento?
T: No, stava seduto sul tavolo e si chiedeva come mai io gli stessi facendo un`autopsia…(qui l`avvocato fa finta di non sentire la risposta… ma…)
A: Dottore, prima di cominciare con l`autopsia, ha provato il polso?
T: No.
A: Ha misurato la pressione sanguigna?
T: No.
A: Si è assicurato che il paziente non respirasse?
T: No.
A: E` possibile allora che il paziente fosse ancora vivo mentre lei faceva l`autopsia?
T: No.
A: E come fa ad esserne così sicuro dottore?
T: Perché il suo cervello stava in un vaso sopra il mio tavolo.
A: Poteva il paziente nonostante ciò essere ancora in vita?
T: Si, è possibile che fosse ancora in vita e stesse praticando la professione di avvocato da qualche parte …
(questa risposta costò al dottore 3.000 dollari di multa per oltraggio alla corte. Li pagò senza battere ciglio, ma con soddisfazione…)