In ospedale si trova un paziente gravemente malato. I familiari si riuniscono nella sala d’attesa e, alla fine, entra un medico, stanco e desolato:
 
"Mi dispiace d’essere portatore di brutte notizie", disse guardando le facce preoccupate: "l’unica speranza per il vostro familiare è un trapianto di cervello. E’ qualcosa di sperimentale e rischioso, economicamente del tutto a vostre spese".
 
I familiari restano seduti, ascoltando le gravi notizie. Alla fine, uno domanda:
"Quanto costa un cervello?"
"Dipende", risponde il medico, "5.000 euro un cervello di un uomo; 200 euro uno di donna".

 
Un lungo momento di silenzio invade la stanza, mentre gli uomini presenti cercano di non ridere
ed evitano di guardare le donne negli occhi, anche se qualcuno accenna un sorriso.
Infine, la curiosità fa domandare ad uno di loro:
 
"Dottore, a che si deve la differenza di prezzo?"
 
Il medico, sorridendo a una domanda così innocente, risponde: "Quelli femminili costano meno perché sono gli unici ad essere stati usati, gli altri sono come nuovi".

 

PURA FANTASIA, MA BELLISSIMA!